GNOCCHI SBATUI DI MALGA


La Lessinia è una zona montana situata a nord della provincia di Verona che appartiene alla catena delle Prealpi Venete. La solcano numerose valli che dagli alti pascoli scendono a ventaglio verso la pianura. Pascoli che un tempo erano puntellati di Malghe, rustiche costruzioni in pietra e legno che venivano utilizzate dai pastori durante l’alpeggio estivo, con stalla per il bestiame e casera per lavorare il latte. Qui, durante le lunghe giornate di lavoro, servivano piatti robusti, che potessero dare forza ed essere preparati con i pochi ingredienti di cui si disponeva in montagna. Uno di questi erano gli Gnocchi Sbatui di Malga, un piatto povero ma molto gustoso che fa parte della cultura della Lessinia. Un piatto squisito che rimanda ai sapori di un tempo andato, senza conservanti o additivi. Si chiamano gnocchi sbatui (sbattuti) perché vengono preparati sbattendo con forza l’impasto durante la lavorazione.
 
INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)
 
450 ml di acqua; 500 grammi di farina 00
sale fino; 75 grammi di ricotta affumicata
75 grammi di formaggio Monte Veronese
8-10 foglie di salvia; 100 grammi di burro
 
PREPARAZIONE
 
Mettete la farina e il sale in una terrina capiente, mescolate e fate una specie di montagna con un buco al centro in modo da poter inglobare la farina man mano all'impasto. Fate bollire 300 ml di acqua in un pentolino. Unitela alla restante acqua (150 ml) e versatela lentamente sulla farina, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Impastate fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo (se risultasse troppo liquido, aggiungete della farina; viceversa allungate con altra acqua). Versate l’impasto su un piatto fondo e nel frattempo fate bollire abbondante acqua leggermente salata. Con un cucchiaio, ricavate dei piccoli bocconi di impasto e fateli cadere nell'acqua bollente. Mentre gli gnocchi cuociono, fate sciogliere il burro in una padella e insaporitelo con le foglie di salvia. Quando gli gnocchi affiorano, lasciateli ancora in acqua per un paio di minuti. Recuperateli con un mestolo forato, fateli scolare e metteteli in una terrina; conditeli con il burro fuso, poi aggiungete il formaggio Monte Veronese grattugiato ed infine la ricotta affumicata. Girando nei ristoranti della Lessinia, scoprirete che nessun piatto di Gnocchi Sbatui di Malga è mai uguale all’altro. Saranno più grossi o piccoli, più morbidi o consistenti; con il Grana Padano al posto del Monte Veronese, oppure impreziositi con il Tartufo Nero della Lessinia. Ogni cuoco ha la sua ricetta e il suo segreto. Quelli migliori sono conditi con il burro giallo delle malghe, prodotto con il latte di vacche alimentate al pascolo. L'erba fresca è infatti ricca di beta caroteni, pigmenti naturali che conferiscono il tipico colore al burro ed hanno importanti valori nutrizionali. Accompagnate gli Gnocchi Sbatui di Malga con una bottiglia di vino rosso Valpolicella, meglio se di qualità Superiore o Ripasso, e del pan de ciopa (il tradizionale pane veneto).
 
>> Link consigliati PIATTI TIPICI VERONESI | VINO VALPOLICELLA | RISTORANTI DI VERONA |