BRASADELA PASQUALE


La brasadela è un dolce tipico veronese. Una torta semplice, a forma di ciambella col buco, che veniva preparata con pochi ingredienti durante periodo Pasquale, quando erano terminate le scorte di mele noci e castagne che erano state messe da parte per l’inverno. Un dolce la cui stagionalità ci viene ancora oggi ricordata dal proverbio “Se no pioe su l’olivela, pioe sula brasadela” dove l’olivela (l’olivo) indica la Domenica delle Palma e la brasadela quella di Pasqua, e quindi “se non piove la Domenica delle Palme, piove la Domenica di Pasqua”. Come per molti dolci della tradizione, ve ne sono diverse varianti; quella con metà farina bianca e metà farina di mandorle è molto gustosa, ma noi preferiamo la ricetta più semplice e contadina, con abbondante Grappa fatta in casa. 
 
INGREDIENTI BRASADELA (PER 8/10 FETTE)
 
500 grammi di Farina Bianca
150 grammi di Burro - 2 uova
150 gr. di Zucchero semolato
80 ml latte (mezzo bicchiere)
50 ml di Grappa Bianca secca
una bustina di Lievito di Birra
Sale fino - Zucchero a Velo
 
PREPARAZIONE
 
Ammorbidite il burro a bagnomaria. Setacciate la farina e disponetela a fontana, aggiungendovi il latte, il burro, lo zucchero semolato, la grappa e le uova. Lavorate l’impasto per qualche minuto; aggiungete la bustina di Lievito di Birra (da 10 grammi) e un pizzico di sale. Lavorate ancora sino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo, senza grumi. Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella e versate l’impasto distribuendolo in modo uniforme; fate lievitare per almeno mezz’ora in un luogo temperato. Cucinate la Brasadela in un forno preriscaldato a 150 gradi per circa un’ora, fino a quando la superficie della ciambella diventerà dorata. Per verificare la cottura, usate il vecchio trucco di infilzare il dolce con uno stuzzicadenti: se è cotto perfettamente lo stuzzicadenti deve uscire asciutto. Togliete la ciambella dallo stampo e lasciatela raffreddare. Servite a temperatura ambiente con una spolverata di Zucchero a Velo e un bicchiere di Recioto, bianco di Soave o rosso della Valpolicella a seconda dei gusti. Ottima anche con un vino giovane e frizzante come il Bardolino Chiaretto Spumante. Per la merenda dei bambini, tagliatela a fette sottili e preparate dei sandwich farciti con confettura di ciliegie o albicocche.
 
>> Link consigliati  | PIATTI TIPICI | VINO SOAVE E RECIOTO | MONUMENTI E CHIESE DI VERONA |