GIRO D’ITALIA. FINALE IN ARENA



dopo ventuno tappe e 3.410 chilometri, la 105° edizione del Giro d’Italia di Ciclismo si conclude il 29 maggio a Verona, con una cronometro di 17,1 chilometri sul circuito delle Torricelle. Finale in Arena, come nel 1984, quando Francesco Moser sfilò la maglia rosa al francese Laurent Fignon, al culmine di una performance da manuale, e come nel 2010 (Ivan Basso) e 2019 (Richard Carapaz). Frazione a cronometro sul Circuito delle Torricelle percorso in senso antiorario. Prima parte per vialoni rettilinei e molto larghi. Poi salita attorno al 5% con alcuni “scalini” e con carreggiata un po’ più stretta. Dopo GPM e cronometraggio intermedio in vetta alla salita seguono 4 km di discesa su veloci. Ultimi 3 km lungo le vie cittadine con alcune curve impegnative. Arrivo in Piazza Bra e nell’Arena di Verona
 
Dopo un viaggio tra le tappe della Corsa Rosa ecco il Gran finale con una cronometro individuale che terminerà a Verona, all’interno dell’Arena. Il percorso della 105^ edizione è così completo con 7 tappe per velocisti, 6 di media montagna, 6 di alta montagna e 2 cronometro individuali. In totale 3410, 3 chilometri da percorrere e quasi 51.000 metri di dislivello. Quella dall’Ungheria, venerdì 6 maggio, sarà la quattordicesima Grande Partenza dall’estero. Verona ospiterà la chiusura della Corsa Rosa per la quinta volta.
>> Per essere sempre aggiornato, metti Mi Piace sulla nostra pagina WWW.FACEBOOK.COM/VERONA.NET

ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA PRESSO ANFITEATRO ARENA