DANTE NEGLI ARCHIVI, INFERNO DI MAZUR



Per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante, il Museo di Castelvecchio ospita fino al 3 ottobre la mostra DANTE NEGLI ARCHIVI, L’INFERNO DI MAZUR a cura di Francesca Rossi, Daniela Brunelli e Donatella Bon. Già nel 2000 lo statunitense Michael Mazur, tra i più originali incisori del recente Novecento, espose la sua interpretazione dell’Inferno Dantesco nella sale di Castelvecchio e oggi, in concomitanza con il settecentesimo anniversario della morte del Poeta, il nucleo delle opere torna in una mostra monografica. In mostra la serie di 42 stampe che l'artista, dopo la prima esposizione, volle donare al Gabinetto Disegni e Stampe del Museo di Castelvecchio.
 
In questa potente sequenza di opere, Mazur illustra il viaggio di Dante con sconvolgente forza. La sua è una interpretazione "agghiacciante ed indelebile”, decisamente originale e intimamente sentita. Piuttosto che usare la consueta raffigurazione del poeta e della sua guida, infatti, Mazur descrive in prima persona il viaggio all’interno dei gironi infernali e annota: “l’artista, come nostro Virgilio, vede ciò che Dante ha visto”. Ad emergere da questa esperienza è un audace confronto tra un grande interprete contemporaneo e l’immaginario medievale. Alle sue opere, in mostra, vengono affiancati brani della celebratissima traduzione inglese del testo di Dante realizzata dal poeta laureato Robert Pinsky. La tematica infernale non era nuova a Mazur. Egli ne era infatti fortemente affascinato. Aveva iniziato a confrontarsi con l’inferno già agli inizi degli anni Novanta del Novecento, quando realizzò una prima serie di monotipi per illustrare la fortunata nuova traduzione inglese del testo dantesco ad opera, appunto, di Robert Pinsky. Un’elaborazione che lo ha poi condotto ad approfondire l’intera Cantica, completandone l’interpretazione attraverso le potenti opere esposte in Sala Boggian per questa mostra.
 
>> BIGLIETTO intero 6,00 euro e ridotto 4,50 euro; biglietto speciale 1,00 euro per studenti delle elementari, medie e superiori (il biglietto di ingresso alla mostra consente la visita all'intero Museo di Castelvecchio). La mostra è visitabile durante gli orari di apertura del Museo. Prenotazioni obbligatoria su museiverona.com
>> Per essere sempre aggiornato, metti Mi Piace sulla nostra pagina WWW.FACEBOOK.COM/VERONA.NET

ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA PRESSO MUSEO CASTELVECCHIO