DOMUS MERCATORUM


Situata nel cuore della città scaligera, la Domus Mercatorum è un edificio medievale voluto dalla signoria degli Scaligeri come luogo in cui le corporazioni delle arti e dei mestieri potessero incontrarsi per commerciare e discutere i vari aspetti della vita economica della città. Imponente ed elegante è uno degli elementi architettonici fondamentali per la caratterizzazione di Piazza delle Erbe

Arrivando in piazza Erbe da via Mazzini, sul lato sinistro della piazza troviamo una serie di edifici che conservano ancora le linee strutturali delle case-torri d’età comunale; salvati, grazie all'intervento del pittore Angelo Dall'Oca Bianca, dalle demolizioni che nei primi decenni del novecento colpirono gli edifici retrostanti, sono l’ultimo ricordo di quello che un tempo fu il ghetto ebraico di Verona. Accanto ad esse, muovendoci verso il lato nord occidentale della piazza, troviamo la maestosa Domus Mercatorum (casa dei mercanti). Si tratta di un imponente edificio medievale che IL PRINCIPE ALBERTO I° DELLA SCALA FECE COSTRUIRE NEL 1301 al posto di un modesto edificio in legno, come luogo in cui le corporazioni delle arti e dei mestieri potessero incontrarsi per commerciare e per discutere i vari aspetti della vita economica della città. Nella Verona comunale (in cui la città era governata da una alleanza tra ricchi mercanti, clero ed aristocrazia terriera) le Corporazioni delle Arti e dei Mestieri occupavano un ruolo primario nella vita cittadina, e fu grazie alla loro importanza che gli Scaligeri, una famiglia di ricchi mercanti, salirono al potere e crearono la prima signoria cittadina d'Italia.

Anche durante il loro regno le Corporazioni conservarono una grande influenza, sebbene con competenze limitate al commercio e alla manifattura: basti ricordare che in tale periodo il Podestà della casa svolgeva anche il compito di giudice nelle controversie tra commercianti. Ampliata e consolidata dai successori di Alberto, Cangrande prima e Cansignorio poi, nel corso dei secoli la Domus Mercatorum ha subito numerosi interventi e rifacimenti, per adattarla ai vari usi che via via le sono stati assegnati; da ultimo quello di sede della Camera di Commercio di Verona. Alla fine dell’ottocento, durante la stagione dei grandi restauri cittadini successivi all'unità d'Italia, l’edificio venne restaurato e riportato, con la realizzazione della merlatura ghibellina a coda di rondine, ad un aspetto medievale molto caratteristico anche se poco corrispondente all'originale. Essa comunque, con il suo elegante PORTICATO RETTO DA COLONNE E PILASTRI, LA CARATTERISTICA MERLATURA con i rossi mattoni in cotto e le raffinate finestre bifore che ornano il piano nobile, è oggi uno degli elementi architettonici che maggiormente caratterizzano Piazza delle Erbe, cuore pulsante della bella Verona.

>> Link consigliati  | PIAZZA DELLE ERBE | TORRE DEL GARDELLO | PALAZZO DELLA RAGIONE |


INDIRIZZO
piazza Erbe, 17
37121 Verona (vr)

GIORNO DI CHIUSURA
visitabile solo esternamente

ORARI DI APERTURA
visitabile solo esternamente


VISUALIZZA LA MAPPA